” Sarà capitato a tutti di dover gettare oggetti ai quali siamo fortemente legati ma per la logica dell’usura non più efficienti.
Cessata la funzione originaria si danno per morti.
Bene, la mia ricerca tende a decontestualizzare, dare una nuova vita a ciò che inevitabilmente sarebbe discaricato.
Il fascino di certi oggetti non si riduce, esempio sintomatico può essere uno strumento musicale.
Prendiamo un violino, l’abilità del liutaio, la storia, il tempo, le mani di chi l’ha suonato lo rendono unico.
La sinuosità delle sue forme resta intatta anche se per vari motivi non suona più.”

Mostra Permanente

PROFUMIFICIO DEL CASTELLO • VIA PISA 13r • GENOVA

Lavori